28 dicembre, 2010

L'ospite d'inverno

Esiste un bellissimo, quanto drammatico, film con questo titolo interpretato da Emma Thompson e sua madre Phyllida Law. Un film di Alan Rickman del 1997.


Il significato del titolo, chiaro per chi abbia avuto la possibilità di vedere il film, si accosta piuttosto bene – sebbene in chiave molto più leggera – alle sensazioni che anticipano l'esperienza che sto per iniziare.
Domani mattina, sospetto molto presto, parto per il Passo del Tonale.
Ho visto le temperature medie, adatte per un bue muschiato, un po' meno per chi ama senza tentennamenti l'estate, le temperature infernali e il sole h24.
Comunque, nella vita si dice che bisogna provarle tutte (anche se mi riserverei sempre un "quasi" per ogni evenienza), quindi devo provare anche questa.
Cinque giorni a devastarmi dal freddo e a mettere a repentaglio articolazioni e tendini.
Confido molto nei rifugi, nei grappini e in una camera calda all'inverosimile.


Sono sopravvissuto all'orda di barbari che ieri saccheggiava un noto negozio di articoli sportivi, dove – da neofita assoluto – ho cercato di arrangiare un abbigliamento un filo più professionale del ragionier Ugo, ragion per cui credo di poter superare questi pochi giorni di montagna, ma nel caso qualcosa andasse storto, invece di piangermi o rimpiangermi, andatevene al mare anche per me.

6 commenti:

Gloutchov ha detto...

Ecco, vedi... io sono un tipo strano. Vado al mare d'inverno e in montagna d'estate.

Comunque son convinto che sopravviverai. Ma, mi raccomando, quando sei là, salutami i pinguini! :D

Strumm ha detto...

A occhio e croce, credo che anche i pinguini se ne staranno nei rifugi a tracannare bombardini... :D

giudappeso ha detto...

Cosa c’è di meglio d’un riparo al calduccio mentre tutt’intorno il freddo stana mammut e smilodonti? E poi, niente fa più pendant con l’era glaciale di un po’ di sana bumba! Au contraire, io muoio dentro al solo sentir nominare l’estate. Dai che ti diverti, o magari ti ‘mbriachi fino a scordare dove sei, e anche quello può essere very entertaining.

Oggi sono un pollo di grotta. Ehm, un poliglotta.

Ferruccio gianola ha detto...

Oh, dai ti farai un capodanno alla grande presumo... Troverai anche dei buoni vini Valtellinesi... assaggia lo "Sforzato" con un po' di Speck e marmellata:-)

Strumm ha detto...

Sì, credo che dopo il primo trauma distorsivo, mi getterò senza indugi su vini e speck d'ogni genere!

gelostellato ha detto...

secondo me è strano lui
visto che anche io andrò al mare :)

buona vacanza, comunque, montone! :D